Mangé

Pèss : fé ëd novità…

Pesce…fare una novità.

Fino a un po’ di anni fa cucinare del pesce in una famiglia piemontese era davvero una novità. A parte pesci di acqua dolce e le acciughe per la bagna caoda, e i pesci di acqua dolce nemmeno in tutte le zone, e in tutte le famiglie.

L’avvicinamento al pesce è passato per molti attraverso i pèss sensa spin-e… le sogliole surgelate erano il top. Capire che fosse “pesce”… beh.

A mio padre però, che aveva vissuto da ragazzo in Liguria presso alcuni zii, il pesce piaceva praticamente tutto, e quindi mi incoraggiò ad imparare a conoscerlo e cucinarlo, mentre mia madre storceva il naso e ripiegava sulla platessa!

Sgombri al pesto di sedano e olive

4 sgombri

una costa di sedano

una manciata di olive verdi denocciolate

vino bianco

un cucchiaio di aceto bianco

sale, olio di oliva EV

pulite e lavate gli sgombri, apriteli a libro  togliendo la lisca principale e disponeteli in una teglia con un filo di olio, preparate il pesto di sedano e olive aggiungendovi anche il cucchiaio di aceto e un pizzichino di sale. Coprite gli sgombri con il pesto, bagnate con qualche cucchiaio di vino bianco e in giro di olio e infornate a 200° per 20 minuti.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...