Mangé

Ël pan a l’é na bon-a companìa

I proverbi sul pane sono tantissimi in tutte le lingue e in tutti i dialetti.

Alimento base, unico o quasi alimento i tempi magri, credo possa essere considerato il simbolo per eccellenza del cibo.

Quante volte abbiamo detto o sentito dire che un bel pezzo di pane fresco attira ancora più di un dolce?

e poi pensate a quando si dice di una persona “bon come ël pan” !

Se c’è il pane fresco e il pane fresco è ben farcito, meglio ancora!

Il classico” sanguis” piemontese è con il salame, ma se ne possono studiare infinite varianti!

Panino speck brie e prugne

Due panini tipo ciabattina

80g di speck

80 g di brie

qualche prugna tipo Regina Claudia

è una ricetta con una procedura complicatissima! 😉

tagliate a metà il pane, disponetevi le fette di speck e il brie tagliato sottile, denocciolate le prugne e disponetevele tagliate a metà, se non avete in questa stagione le prugne fresche, usate quelle californiane secche, fatte rinvenire in acqua fredda.

Richiudete i panini, e infornate per dieci minuti circa a 170°. Se avete il microonde, per 3 minuti a media potenza.

Bon aptit!

Annunci

One thought on “Ël pan a l’é na bon-a companìa

  1. Per i non piemontesi, spieghiamo anche l’origine della parola “sànguis”: è la trasformazione in dialetto dell’inglese sandwich.
    Si dice sia uno dei tre… santi venerati dai ghiottoni subalpini, insieme a sancrau (i crauti) e sanbajon (lo zabaglione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...