Galuparìe

Smijé un pruss buré!

Ecco, “somigliare a una pera burrosa”… oggi mi dedico questo modo di dire, pensando seriamente a iniziare una dieta.

Pensarci seriamente è facile. Farla seriamente sarà argomento dei prossimi mesi ^_^

Smijé un pruss cheuit, somigliare a una pera cotta, invece, si dice di persona particolarmente rugosa, il caso opposto, insomma. Sta a significare che avere qualche chilo di troppo aiuta a risparmiare in creme antirughe.

Pensando seriamente alla dieta, e alle pere, mi è venuta in mente questa crostata, che dedico a tutti quelli che si accingono a smaltire i bagordi natalizi.

Le diete infatti, perché funzionino, si cominciano sempre…a pancia piena!

O se non altro, con un po’ di buon umore

Crostata morbida alle pere con amaretti.

250 g di farina OO
200 g di burro
180 g di zucchero di canna
3 uova
una bustina di vanillina
una bustina di lievito
5 g di sale

Per il ripieno

4 o 5 pere williams, 150 g di amaretti, un uovo, due cucchiai di miele millefiori o di acacia, un bicchierino di liquore all’amaretto.

Mettete la farina su una spianatoia, nel mezzo mettetelo zucchero, la vanillina, il sale, il lievito, le uova e il burro a temperatura ambiente. Impastate tutto rapidamente,  stendetelo in una teglia (26 cm di diametro) creando un bordo di due cm e bucherellate il fondo.

Tritate gli amaretti e mescolateli con l’uovo sbattuto, il miele e il liquore. Stendete il composto sulla pasta. Affettate le pere e disponetele sopra tutto il resto. Cospargetele con un po’ di zucchero a velo prima della cottura.

Cuocete per un’ora a 180 ° C

Annunci

8 thoughts on “Smijé un pruss buré!

  1. …e io aggiungo anche un altro modo di dire, dedicato alla mia cuoca preferita: ël mé prussòt (la mia piccola pera), che si dice solo alle persone cui tieni tantissimo!

  2. E’ per quello che mi tengo in carne, per non far la figura della pera cotta! 🙂
    che buona sta torta!!!! …e poi mi ripeterò..adoro leggere il tuo piemontese…come vorrei sentirlo…potresti registrarti ed inserire file audio!:)))

    buona giornata carissima!

    Terry
    http://crumpetsandco.wordpress.com/

    1. sì, esatto! anche se in realtà sarebbe ciapin-abò o tapin-abò ..il trattino indica che pronunci la n come fosse una finale, e non come facesse sillaba con la a….:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...