Mangé · Tradission

Esse parèj dj’anciove ant ël baril

Si dice normalmente essere schiacciati come sardine, però le sardine sono arrivate dopo, in Piemonte… all’inizio, a metà del ‘600 arrivavano gli acciugai dalla Val Maira, con i loro barili pieni di acciughe sotto sale… belle schiacciate, tanto da farne nascere il proverbio, molto usato sui pullman in ora di punta ^^

Tra l’altro, più che anciove, spesso vengono chiamate barìce… cioè strabiche, perché in effetti, guardandole dritto negli occhi… ^^

A casa mia le acciughe sotto sale non sono mai mancate. nella bagna càuda erano ingrediente fondamentale (in dosi generose, come l’aglio, non come certe bagne in cui due filetti solitari navigano in litri di olio…bleh!)…. e poi al verde, o in salsa rossa, come antipasto-stuzzichino, con una bella fetta di pane… un bicchiere di vino…

ebbene sì, la testata del blog è dedicata proprio a loro, e ora ve le spiego!

Anciove (o barìce) al verd

Acciughe sotto sale

prezzemolo

aglio

mollica di pane

aceto

1 uovo sodo

olio di oliva

salsa ketchup piccante

zucchero

pulite le acciughe dal sale, sciacquatele, privatele della lisca e disponetele in un recipiente dove farete degli strati.

Pulite il prezzemolo, calcolatene due grosse manciate di foglie già pulite per una trentina di acciughe. Tritatele insieme a due spicchi di aglio, un piccolo panino ammollato nell’aceto e strizzato, il tuorlo dell’uovo sodo, due cucchiaini di ketchup, un cucchaino raso di zucchero. Diluire quanto basta con olio di oliva e montare gli strati con le acciughe. Alla fine, passare ancora un filo di olio di oliva, in modo che le acciughe restino coperte. Si conservano in frigo diversi giorni…. se non passo io prima ^_^

La masca vi consiglia anche:

tomini al verde

il bollito misto alla piemontese

caponet

Annunci

14 thoughts on “Esse parèj dj’anciove ant ël baril

  1. @Ale: questa ricetta era di mio nonno, ce ne son tante versioni, è vero, questa è una di quelle “ricche” in ingredienti.. poi c’è anche chi fa un battuto di aglio e prezzemolo, però, però… il bagnet non si tocca! ^_^
    @Gaia le acciughe al verde sono come il seirass, o ti piacciono o ti fan senso!…. io quando sono in vena tra il pane e le acciughe metto anche un bel ricciolo di burro…libidine pura!
    @Terry: siamo internescional! ahahahaha

  2. Ricordo il bagnetto che faceva mia mamma non aveva ne uovo sodo ne pane ma metteva una spruzzata si concetrato di podomodoro per darle quel colore rosso….sai dirimi più precisamente come si fa.
    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...