Galuparìe · Vegetariano

Zenzero candito

Lo zenzero (Zingiber officinale ) è una pianta erbacea delle Zingiberaceae, a cui appartengono anche curcuma e cardamomo, originaria dell’estremo Oriente.

Ormai è molto conosciuta anche qui, ed è molto utilizzata in cucina, oltre che in erboristeria. Prezioso per la digestione e per la circolazione, ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Inoltre ha spiccate proprietà antinausea e antiemetiche. Ed è per questo motivo che è consigliato a chi si sottopone a cicli di chemioterapia. E ahimé, anche stavolta l’ho preparato per regalarlo per questo scopo.

Candirlo è un modo per conservarlo a lungo, per poterlo utilizzare anche nei dolci, ed è per questo che quando lo preparo  ne prevedo quantità in abbondanza.

L’acqua dei primi due passaggi di bollitura la filtro e la utilizzo come uno sciroppo. Conservata in frigo e diluita in acqua fresca è una bibita rinfrescante, e si può anche aggiungere al tè per aromatizzarlo.

Lo zucchero in eccesso dell’ultimo passaggio è destinato invece ad aromatizzare dei dolci.

Zenzero candito

4-5 radici di zenzero,

zucchero,

acqua

glucosio (sciroppo)

spellare e tagliare a tocchetti (circa 1 cm) le radici di zenzero, mettere a bagno per mezzora in acqua fredda.

scolate i pezzetti, metteteli in una casseruola, copriteli di acqua, aggiungete due o tre cucchiai colmi di zucchero, portate a ebollizione e cuocete per un quarto d’ora circa.

scolate, tenendo il liquido da parte (per le bibite!).

Pesate lo zenzero, rimettetelo nella pentola con pari peso di zucchero, due cucchiai di glucosio e due bicchieri di acqua.

Fate di nuovo bollire per 40  minuti, a fiamma bassa.

Scolate i tocchetti. unite il liquido di cottura a quello precedente. Distribuite qualche cucchiaio di zucchero su un piatto piano e rigiratevi lo zenzero candito in modo da ricoprirlo uniformemente. Una volta che si è del tutto raffreddato, conservatelo in un barattolo con lo zucchero in cui è stato rotolato. Potrete riutilizzare lo zucchero per dei dolci, o per il tè!

La masca vi consiglia anche:

sedano rosso candito

frollini profumati al miele di girasole e ai fiori di lavanda

zuccherini digestivi

Annunci

10 thoughts on “Zenzero candito

  1. che bellezza questa ricetta! mi piace particolarmente, perché, da celiaca, non trovo mai niente di candito che io possa mangiare, e invece servono sempre per i dolci.
    e questo dev’essere buono anche da solo!

    1. non sapevo che i canditi fossero a rischio… accidenti!
      comunque questo sì, è buono anche da solo… i pezzetti più piccini me li porto in giro al posto delle mentine 🙂

  2. Ne avevo trovato di ottimo in un fiera. Ne mangiavo in dadino ad ogni fine pasto… ci avevo preso decisamente gusto! E poi è finito…. chissà che non mi pigli lo sghiribizzo di farmelo da sola allora.
    Non conoscevo l’ultima proprioetà che hai elencato.

  3. un bel pensiero anche se dispiace a chi va! 😦
    cmq post utilissimo oltre che delizioso…amo lo zenzero in ogni declinazione, pure candito… e gli scones con lo zenzero candito furono tra i miei primi post…penZa un pò;)

    1. Grazie Terry, è solo un pensiero, ma la battaglia dovrà combatterla lei, per fortuna è una ragazza forte, nn possiamo che tifare tutti, qui in famiglia!
      Scones con zenzero candito?…. vado a cercarli 🙂

  4. Anch’io sono un’amante dello zenzero e posso confermare in prima persona riguardo alle sue proprieta’ antinausea.
    Grazie per la ricetta. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...