Senza categoria

Ciao Giuseppe…

come potrete capire, mio suocero, il nostro re degli gnocchi,  non ce l’ha fatta…

giusto per dire che non ripartiamo per le ferie, ci prendiamo giusto un paio di giorni per superare questa cosa tanto inaspettata quanto triste.

Torno presto. Promesso!

Annunci

7 thoughts on “Ciao Giuseppe…

  1. Grazie per essere stati così vicini a me e alla mia famiglia in questi giorni così difficili.
    Non conoscevate mio papà: vorrei allora proporvi le poche righe che ho letto in chiesa, al termine della funzione.

    Carissimi,

    ho una buona notizia da darvi: papà non è morto.

    E’ vero che tutte le apparenze indurrebbero a pensare il contrario. Ma si tratta di apparenze, appunto: e ora vi spiegherò perché.

    Per chi vive la dimensione della fede, la mia affermazione è scontata: papà ora appartiene alla Comunione dei Santi. Di lì continua a vederci, a esserci vicino, e con lui ci sono i nonni, Anna, gli altri nostri cari: un’unità di affetti che, in tempi che non conosciamo, sarà destinata a ricomporsi.

    Ma non è necessario essere credenti per comprendere come papà sia ancora vivo. Se guardiamo nel nostro cuore lo troviamo lì, se lo cerchiamo nella nostra mente il suo volto subito si affaccia.

    Sentimento e ricordo, dunque.

    Non basta ancora. Ci sono oggetti, tantissime cose umili all’apparenza, ma che portano traccia del suo ingegno e delle sue mani. Per chi non lo conosceva un pezzo di legno, addirittura una scatola di cartone possono sembrare anonimi. Ma molti di noi potrebbero raccontare della sua capacità di partire dalla materia inerte, addirittura da oggetti destinati a essere gettati via, per creare cose nuove, per escogitare soluzioni ingegnose a problemi grandi e piccoli.

    Voglio farvi una confidenza. Parecchi anni fa, al molino dove papà lavorava, decisero di sostituire le vecchie fariniere, i contenitori in cui si immagazzina la farina.

    Quel legno avrebbe dovuto essere gettato o bruciato: papà ne ottenne una parte, smontò i vecchi cassoni, ne rifilò gli incastri e costruì nuove cose. Ancora lo vedo mentre maneggia ogni singolo asse, per verificare la linearità del taglio, o ne accarezza il lato col palmo della mano, per controllare che sia liscio a sufficienza.

    Legno di larice: non è un caso che sia quello che lo accompagna nel viaggio di oggi.

    Papà avrebbe dovuto diventare un maestro di scuola. In realtà trascorse la sua vita tra le macine dei molini. Ma tutta la sua vita fu un insegnamento, e anche questa è una parte di lui che è ancora viva. Ci ha insegnato il valore della verità e l’amore per la cultura. Grazie a lui sappiamo che i soldi non sono il metro del successo, o del valore di una persona. E, infine, ci ha trasmesso il valore del dubbio.

    Tutto questo può essere sufficiente per dire “Papà è vivo”?

  2. Non credo che serva aggiungere altre parole a quelle di mio marito.

    Grazie davvero, per i commenti qui, e a chi ha scritto via mail, e anche a chi ha commentato altrove, addirittura con brani di canzoni ( e grazie a Anna che me lo ha segnalato)

    Sono le situazioni in cui emergono tutta la sensibilità ed il calore delle persone positive, e, ahimè, anche l’aridità e la miseria delle persone inadeguate.

    Andiamo avanti, coltivando i buoni sentimenti e le passioni che ci uniscono.

  3. Sono parole molto vere quelle del vostro (non)commiato. Le persone della nostra vita continuano ad esistere in noi giorno dopo giorno, in tutto quello che facciamo e nel modo con cui abbiamo imparato ad affrontare la vita.
    Valori religiosi a parte è una gran verità. Mia nonna è ancora così viva in me… i suoi gesti, le sue malizie, le sue sapienze son talmente parte di me che davvero si può dire la sua morte è solo del corpo la fine del corpo perchè il tesoro che ha lasciato è intatto.
    Un abbraccio grande.
    Tiziana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...