Etnico · Mangé

Non solo Piemonte: Bifteki

Come accennavo qui, durante il nostro soggiorno olandese abbiamo particolarmente apprezzato la cucina greca, di cui non avevo finora sperimentato un granché.

al ristorante greco Irodion servivano dei “piatti unici” da sballo, dai nomi più assortiti e fantasiosi (essendo composti da più elementi) e uno di questi comprendeva anche il fantastico Bifteki, che in pratica è un hamburger, di dimensioni superiori alla media, fatto con carne speziata e arricchito con un ripieno di feta, e cotto alla griglia o alla piastra… Ovviamente da buon piemontese il marito ipotizza già versioni con fontina o castelmagno o altro, ma io credo che  il sapore acidulo della feta sia ottimale per contrastare un po’ la quantità elevata di carne.

Bifteki

Per ogni bifteki:

Carne di manzo magra macinata 150 g

Feta 70 g

una scaglia di aglio tritato

una fettina di cipolla tritata

menta fresca tritata: un pizzico

noce moscata e chiodi di garofano in polvere q.b.

sale q.b.

Impastare bene la carne con i gusti e le spezie, dividerla in due parti, faromare un primo strato alto circa un cm con la prima metà, tagiare la feta a fettine e disporle nel mezzo, lasciando un bordo tutto intorno. Ricoprire con l’altra parte di carne premendo bene ai lati in modo che il formaggio non fuoriesca. Cuocere bene da entrambi i lati.

Accompagnare con insalata, pomodori, cipolle affettate fini e salsa tzatziki

Annunci

13 thoughts on “Non solo Piemonte: Bifteki

  1. Ho fame, Madame… e sta cosa che fola feta mi smuove tutta una serie di reazioni a catena, da quella chimica (acquilina) a quella nervosa (perchccavolononciònullainfrigo??). Ho fame! E tu hai complicato la faccenda…
    Come va l’anZia da ritorno…?

    1. tu ti lamenti del tuo frigo, ma sai che qui a ripristinare le scorte di routine ci stiamo mettendo giorni e giorni?… dovrò iniziare a scrivermi la lista della spesa…°_°

  2. wow!
    questo coso dev’essere buonissimo!

    ultimamente poi ho rivalutato la cipolla cruda, nel senso che anche prima mi piaceva molto ma non osavo mangiarla mentre adesso me ne frego (e la condivido col marito) mi attrae ancor di più!

  3. Uccelli dal becco grosso, fantasmi formaggini, beh quelli tengono pure altro di grosso, mica solo il becco… se ne stessero a dieta dalle loro parti, almeno 🙂
    Ne potremmo fare una sorta di bestiario! ^^

    1. Grazie Gunther, a me piacerebbe anche andare a conoscerla in Grecia, a dire il vero! chissà! Certo è che viaggiare permette di conoscere altre culture anche attraverso la cucina: è una componente fondamentale per conoscere nuovi luoghi e soprattutto chi ci vive!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...