Mangé · Tradission · Vegetariano

Trifolé… se le trìfole a fusso….

…èrbo, tuti a-j darìo ëd càuss an drinta….. se i tartufi fossero alberi, tutti li prenderebbero a calci, cioè non sarebbero così ricercati…

o piacciono molto, o per niente, non ci sono vie di mezzo…

mangiato quasi sempre in occasioni più o meno mondane, ho avuto modo di “studiarmelo” quando provavo le ricette del libro.. e l’ho apprezzato, molto… al punto da ripetere volentieri le prove 🙂

Ne approfitto per segnalare, per chi fosse in zona e avesse piacere,  una cena lunedì 22 a Andezeno(TO), ore 20, sempre con piatti presi dal libro “Madama zucca e cipolla regina alla corte di re Cardo” che sarà in vendita a prezzo agevolato ai partecipanti alla cena.

Crema di cardi al tartufo

La parte bianca di un piccolo porro tritata

800 gr di cardo lessato (per pulire i cardi guardate qui)

Una grossa patata bollita

200 gr di panna

Brodo vegetale

Tartufo nero

Olio EV

 

Fate rosolare il porro in un cucchiaio di olio, aggiungendo se necessario qualche cucchiaiata di acqua. Aggiungete il cardo lessato e tagliato a piccoli pezzi e fatelo insaporire. Aggiungete la patata schiacciata e con l’aiuto di un frullatore a immersione (o con un mixer, trasferendo il tutto) riducete le verdure in purè. Aggiungete 3 o 4 mestoli di brodo vegetale, fino ad ottenere una consistenza cremosa. Continuate la cottura per dieci minuti su fuoco basso, aggiungete la panna, aggiustate di sale e terminate la cottura dopo altri dieci minuti. Servite nei piatti ben calda, e affettate il tartufo secondo gradimento di ogni commensale.

Annunci

20 thoughts on “Trifolé… se le trìfole a fusso….

    1. io ti direi di provare a seguire il procedimento per pulirli e precuocerli che ho spiegato nel link messo nella ricetta… anche mio marito detestava i cardi.. lui basta un po’ di amaro e si rifiuta di mangiare… questa l’ha divorata, così come le altre ricette fatte con quel procedimento 🙂

    1. uhm, temo di no…. sai che avevo letto il menù ma non ricordo…? ah sì, di sicuro i tajarin alle cipolle e pepe nero…sul resto, nebbia, ma se vuoi mi informo… io ci sarò di sicuro ^^

  1. Fantastica questa crema Norma!!!! proprio ieri parlavo con mia sorella del tartufo…lei lo adora!!! Le passo volentieri la tua ricetta, sicuramente ne sarà contenta!!! un abbraccio 🙂

  2. Puoi prenotare per 3 (io, babbo e moroso) con un probabile quarto (la compagna), please??
    Domenica è il compleanno del babbo, ma non possiamo festeggiare perchè lavoro e questa soluzione per il lunedì mi pare perfetta! Senza togliere che il festeggiato l’ha accolta con entusiasmo (come la figlia… quando c’è da magnà…).
    Mi sai dare qualche altra info? Tipo dove e quanTo??
    Grazie!

  3. L’anticipazione è tratta dal “Corriere di Chieri” di domani

    Una ”cena a tema” a base dei prodotti tipici andezenesi: sarà servita lunedì alle 20 nel salone di piazza Italia (prenotazione obbligatoria rivolgendosi in municipio, piazza Italia, tel. 011-943.42.04, costo 25 euro). Ai fornelli lo chef chierese Vittorio Tinelli, che ha scelto tra le ricette del libro di Norma Carpignano ”Madama Zucca e Cipolla Regina alla corte di Re Cardo”, edito dal Comune (sarà in vendita a 10 euro).
    Tinelli propone per antipasto un flan di cardi e porri, seguito come primo dai tajarin con piatlin-e al pepe nero. Per secondo agnello con cardi e topinambour alla menta, e plumcake di zucca e mais per dessert. I vini sono scelti da Marco Tamagnone: come bianco un Alfieri doc del 2009, e come rosso una Barbera d’Alba ”Elena” del 2008.

  4. A me piacciono sia i cardi che i tatufi (pensa…ho un cognato che in Romagna alleva cani da tartufo e ne fa anche la raccolta…ma qui..non mi arriva mai niente!!!)
    Mi consolo con la ricetta dei savoiardi…
    Se la mustardela non dovesse stare in frigo te ne spedirei almeno un paio!!
    Baci

  5. Hei! una ricetta piu’ bella dell’altra… e’ un secolo che non mangio i tartufi pero’… non e’ che qui abbondino…

    e’ cosi’ orribile usare l’olio di tartufo qui?

  6. @gunther grazie!
    @Terry davvero non li trovi, lì?
    @Grazia faccio fatica a trovarli anch’io i tartufi!
    @Gaia sìsì, si sopporta bene! ^_^
    @Alessandra sai che credo ci possa stare? un filino a crudo, direttamente nel piatto… sìsì!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...