Mangé · Tradission · Vegetariano

Uova in cocotte al tartufo: quasi un soufflé !

Avete la sindrome da soufflé? anch’io…^^

Mentre non ho grossi patemi a infornare gli sformati, peraltro spesso surgelabili e riscaldabili senza che modifichino minimamente il loro aspetto, con i soufflé beh… l’idea di una roba che si prospetta goduriosa sin dal nome ma che poi ti si sgonfia sotto gli occhi alla velocità della luce mi ha sempre un po’ frenata.

Il problema è che meno li fai, e meno li faresti, perché quelle poche certezze vanno a farsi friggere davvero in pochi secondi.

Ma avendo un tartufo bianco tra le mani, non potevo non provare a fare questa cosa che definire goduriosa è limitativo, e poi non me l’hanno mai venduta come un soufflé, e in effetti non nasce come tale… l’uovo in cocotte guarnito dal tartufo è un piatto servito spesso nei ristoranti tra Langhe e Monferrato, ed è considerato già, pur nella sua semplicità, un antipastino ricercato.

Io vi dico solo che vale la pena provarlo. Stavo pensando a cosa suggerirvi in assenza di tartufo… pensavo o a semplici scaglie di parmigiano alla mandolina, visto che ne è comunque ingrediente, o dei porcini crudi affettati sottilisssssssimi…. o… altro, ma tenete presente che essendo “quasi un soufflé” come ci appoggiate qualcosa sopra, per poco che pesi, inizierà inevitabilmente e inesorabilmente a sgonfiare..dunque: subito in tavola!! 😀

Uovo in cocotte al tartufo (o soufflé di uovo al tartufo)


Per ogni cocotte (le mie  di diametro interno 9, son già troppo grandi, ideali sui 7 non di più):

un uovo

50 ml di panna

un cucchiaio raso di parmigiano grattugiato

un pizzico di sale, una macinata di pepe bianco

uno spicchio di aglio

tartufo bianco o nero

burro

Imburrate le cocotte. Tagliate a metà lo spicchio di aglio e strofinate leggermente sulle pareti in modo da “insaporire” lo strato di burro.

Sgusciate le uova e ponete ogni tuorlo sul fondo di ogni cocotte, facendo attenzione a non romperlo. Salatelo leggermente.

Montate a neve gli albumi, incorporatevi delicatamente la panna (non montata), il parmigiano, sale e pepe. Ricoprite il tuorlo con il composto e infornate in forno già caldo a 200° C per 5 minuti e a 180 ° C per altri 5 . Prolungate di un paio di minuti se vedete che tarda un po’ a gonfiare (ogni forno è una storia a sé!)

Tirate fuori dal forno, guarnite col tartufo a lamelle e servite… Tenete conto che i miei si stavano già sgonfiando perché inevitabilmente per fotografarli ho perso un paio di minuti.

 

Annunci

25 thoughts on “Uova in cocotte al tartufo: quasi un soufflé !

  1. uuuuuuuu che meraviglia! considera che mentre leggevo pensavo che ho tutto ma proprio tutto per farmelo stasera stessa..ma la panna la aggiungi montata anch’essa o liquida? 🙂 perdonami ma sono unpo’ tarda! è veramente bellissimo e non mi è mai capitato di mangiarlo. ho appena infornato una teglia di radicchio e una di peperoni pero’, non mi pare che i peperoni siano il contorno adatto, tu che dici? non vorrei ammazzare il tartufino, che anche se nero e non bianco (diamo la colpa ai territori diversi?;-) ) cmq, se non è stasera, è domani a pranzo. Mi hai conquistata subito!
    ti abbraccio cara, a presto e grazie!

  2. Io, io ho la sindrome da soufflè!!! Questa ricettina originalissima la voglio provare: sognerò che ci sia il tartufo e ripiegherò su altre scaglie…
    Un bacio!

  3. ti risparmierò il racconto sul mio soufflè alto come una suola da scarpe e sostituito in corsa con un meravglioso piatto surgelato ma non ti risparmierò i miei complimenti.. ti è venuto una meraviglia!!! un bacio

  4. E’ magnifico quel tartufo bianco e ti dirò che tartufo e uovo sono una lussuria, figurati che Luca ogni volta che compriamo il tartufo pretende un classico di questo tipo! Ma il tuo soufflè, perchè alla fine lo è, è qualcosa di ancora più alto, magnifico davvero! aspetta che lo veda anche lui! Quest’anno abbiamo mangiato tartufo a volontà, non so se riusciremo ancora a reperirne altro, ma questa ricetta finisce nella nostra agenda, pronta a tornarci utile al momento giusto!
    Bacioni
    Sabrina&Luca

  5. io con i sufflè ho incredibilmente un buon rapporto…
    ma questa ricetta mi fenir così voglia di tartufo…quello bianco poi…

    vabbè mi acconteterò dei porcini…
    😦

  6. Unico problema??
    Il tartufo qui non lo vedo neanche in foto!!
    E dire che ho un cognato che non solo è un cercatore di tartufi ma alleva anche i cani ma…in Romagna
    Per lo spidifen me lo son fatto dare dal dottore ne aveva un a confezione in studio quindi non so nulla circa i vari nomi che ha assunto nel frattempo …
    A presto e buon we

  7. grazie anche a voi….
    Grazia, qui abbiamo i fornitori speciali, ma non fosse per loro bisognerebbe andare direttamente ad Alba!
    (per lo spidifen era una curiosità, occasione per tirare l’ennesimo anatema alle case farmaceutiche…..!!)

  8. Davvero belle queste cocottine cara, e bellissima è l’idea!!! non avendo mai assaggiato il tartufo, che qui è una rarità, m’incuriosiscono molto…ti abbraccio e ti auguro un buon fine settimana 🙂

  9. bhè si, penso che le uova stiano divinamente con il tartufo!!
    E’ l’abbinamento che ho fatto anch’io, è davvero un piacere conoscere te ed il tuo bellissimo blog!!
    Un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...