Ciaciaré

L’acciuga della vergogna…(di onestà intellettuale, di grafici imbranati e… di ladri RECIDIVI)

Sul sito GingerandTomato.com c’era fino a stamane (20 dicembre)

all’interno del cerchio, quel che rimane della watermark…. cioè la scritta che io metto su tutte le foto che pubblico, in “appoggio” alla parte del disclaimer sui diritti in cui (mi autocito)

Le foto sono proprietà dell’autore, sottoposte a copyright 2009-2012 © merendasinoira-All Rights Reserved . Non sono utilizzabili in alcun caso.

La foto originale la trovate qui, ma per confronto immediato ve la metto pure qua, se metto la foto magari resta meno spazio per gli insulti…

E ora voglio vedere se cercheranno di difendere una qualche buona fede…

In ogni caso vale l’ultima parte del disclaimer, quella scritta in piemontese.

Scagazzeranno fino a Capodanno, ve lo assicuro. E poi ancora un po’.

(ho già anche avvisato il sito  SaporiPiemontesi.it del fatto che il testo della ricetta lo han preso da loro… si vede che la mia non gli piaceva? ^_^)

AGGIORNAMENTO: hanno fatto in fretta….han sostituito la mia foto (e altre di altri derubati che nel mentre avevo avvisato e ci si erano un po’ incazzati…) con….
con foto rubate da altri album flickr sparsi per il mondo…°_°
Fatevi un giro, caso mai ne trovaste una vostra… sono senza pudore, sono persone come queste che fan sì che il web sia sempre di più una pattumiera.

Annunci

23 thoughts on “L’acciuga della vergogna…(di onestà intellettuale, di grafici imbranati e… di ladri RECIDIVI)

  1. miiii che nervi mi salgono quando succedono ste cose…
    Quale buona fede??? Le foto sono espressamente tutelate dal diritto d’autore (non altrettanto le ricette sigh!) e devono chiedere il permesso per l’utilizzo, punto e basta!

  2. @Felix, anche le ricette…. che loro comunque copiano da siti diversi… la foto di qui, la lista ingredienti di là, il procedimento ancora altrove…
    molte foto le prendono da gallery di flickr possibilmente straniere….. quando la disonestà è strategia.
    In ogni caso anche chiedendo non avrebbero avuto ilpermesso, nemmeno per i testi, perché il loro è un sito commerciale. Per le foto… si beccan l’anatema (e le vie legali, se serve).

    @valsesiana… son talmente poveri che manco si riescono a pagare un grafico decente.. avrei fatto di meglio io con paint, credo…^_^

  3. sai cosa hanno scritto in fondo piccolo piccolo ?

    [photo courtesy of merenda sinoira]

    fanno pure gli spiritosi…

    courtesy sarebbe che tu gli hai detto che possono metterla, no?

    non che te la possono fregare, ma in modo (falso e) cortese 🙂

    carini carini carini

    tutta la mia solidarietà

  4. …e come si dice in piemontese???
    brau brau brau… 3 volte brau!!!
    Ahimè, purtroppo capita molto spesso… e poi le tue acciughe mettono l’aquolina solo a guardarle in quella foto!
    Non te la prendere, però fatti rispettare… se puoi!
    baciii…

    1. @Gaia nel “reparto statistiche” wordpress mi dà un elenco random dei collegamenti esterni al mio blog, qualcuno ha cliccato sul photo courtesy…. per vedere da dove avevan preso la photo… ^^

      questi pensano che mettendo il collegamento automaticamente si paran le chiappe… quanto sono male informati…

  5. certo che il mondo è proprio piccino piccino… rubare le foto aggiro per il web è veramente ma veramente triste.
    mettere il disclaimer “courtesy of” (no, non vuol dire permesso, in inglese courtesy of vuol dire “grazie a”, ma in senso molto neutro: si usa molto spesso anche in frasi sul destino, il tempo, il caso, esseri inanimati: courtesy of the snow storm, tomorrow all schools will be closed) significa denunciare la propria malafede, come a essere già pronti con la risposta nel momento in cui scattasse una denuncia… Che tristezza.

    1. triste ma questi ci fanno i soldi, così… loro caricano su un sacco di roba e grazie all’abbondanza degli accessi vendon a caro prezzo i banner e i popup pubblicitari….

  6. Ma che schifo! No, sul serio ‘ste cose fanno davvero incazzare!!!
    Spero davvero che tu riesca ad averla vinta, perché non si può andare avanti così.

    Un bacione e tutta la mia solidarietà!

  7. come ho aggiornato nel testo, poco fa ho ricevuto una mail diuna delle blogger “derubate” che mi dice:vuoi saperene una? han tolto la mia foto e l’han sostituta con un’altra…sempre rubata…
    azz
    vado a vedere e…idem..
    ovviamente entrambe abbiamo già avvisato i legittimi proprietari…
    ecco come dare il via a una delle tante catene di sant’antonio del web…. un po’ anomala, se vogliamo…

    certa gente non ha davvero vergogna..

  8. il problema delle immagini rubate è vecchio, tanto vecchio;
    non sempre è possibile rintracciare chi le ruba ma quando capita è preferibile acquisire le prove e usare un buon avvocato, mal che vada ci si rifà interamente delle spese.
    Internet sicuramente facilita il furto e certi strumenti digitali facilitano la frode; non sempre è facile far valere i propri diritti, spesso occorre una perizia , per questo io uso watermerk nascosti, quelli a pagamento, con loro sono sicuro di risparmiare le perizia e poi scatto in raw, unico formato non modificabile.
    Pe ril resto che dire io certi ladrti li vedrei bene un una fossa con intorno gli autori che gli lanciano pietre .

  9. poverini ci perdono un sacco di tempo a cercare e rubare la foto perfetta…Cucinare e fotografare cosa fatte da loro???ma quando mai….Poco tempo fa stessa storia su facebook con un gruppo di predatori ignoranti che dell’italiano non conoscevano nemmeno le basi elementari, tempo sprecato, ho lasciato perdere tanto non se ne viene a capo di nulla….Un abbraccio cara

  10. Ciccia, son senza pudore, e sono in tanti… La mia foto del pollo al curry (neanche favolosa, tra l’altro, anzi!) grazie al sito Ricetta.it, che per primo me l’ha rubata (senza “courtesy” di nessun tipo), ha fatto il giro del web… Con me accadde la stessa identica cosa: minacce su minacce, poi senza neanche rispondere, la tolsero, rubandola a qualche altro sprovveduto come me…
    Nel frattempo, io feci come te: avvertii quante più persone possibileche erano state anche loro “derubate” dallo stesso sito…

    Ma dico io: dove sta la bellezza del cucinare, e poi fotografare, i propri piatti? Oppure, dico sempre io, costa così tanto mandare una mail e chiedere di poter pubblicare la foto?? Che rabbia… Ti capisco 😦
    Un abbraccio

    1. a me hanno risposto (dopo) dicendo che si trattava di “inconveniente”… basta capirsi sulla parola “sconvenienza”, e poi sulla parola “legalità…. e poi….e poi ci si chiede se ci sono o ci fanno… ma sappiamo già la risposta… ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...