Ciaciaré

27 gennaio 2011 – Giorno della Memoria

Ricordiamoci, però, anche di tutti gli altri. Sempre.

Annunci

13 thoughts on “27 gennaio 2011 – Giorno della Memoria

  1. RICORDARSI…delle cose ! NON DIMENTICARE ! Sarebbe ancora più giusto ricordarsi di queste cose per non rifarne gli errori e gli orrori!
    Buona giornata
    Lucy64

  2. Ricordare per non dimenticare gli orrori che l’Uomo è stato capace di infliggere ad altri, per non dimenticare gli uomini che sono stati perseguitati e quelli che hanno rischiato le proprie vite per proteggerli (e sono stati tanti). Come dice Lucy64, ricordare per non commettere tragicamente gli stessi errori del passato.

  3. Purtroppo ieri mi son persa più della metà di Ausmerzan, lo spettacolo di Paolini, perchè lavoravo. Ormai sono inesistenti gli appuntamenti televisivi che mi dispiace perde, ma Paolini ha sempre la capacità di tenerci incollati a pendere dalla sue parole e dalle sue sfumature.
    E’ un grande che sa commuovere, indignare, ti fa sentire spesso piccolo…
    Non dimentichiamo.

  4. “Il bacillo della peste non muore né scompare mai, può restare per decine di anni addormentato nei mobili e nella biancheria, aspetta pazientemente nelle camere, nelle cantine, nelle valigie, nei fazzoletti e nelle cartacce e forse verrà il giorno in cui, per sventura e insegnamento agli uomini, la peste sveglierà i suoi topi per mandarli a morire in una città felice” (A. Camus, La peste)

  5. I ricordi devono essere tenuti vivi, non bisogna mai arrendersi al grande nulla, non bisogna mai smettere di commemorare, commentare, parlare, scrivere….

  6. Non dimenticare per ONORARE… e avere riconoscenza per chi ha perso la vita in tante guerre e lotte per la libertà.
    Certamente l’orrore dei campi di concentramento è il simbolo più lampante delle ingiustizie che l’uomo riesce a prerpetrare.

  7. Non dimenticare …
    che è meglio ricordare i nostri peccati prima che quelli degli altri: ad esempio, come “italiani brava gente”, che bombardavano con i gas in Etiopia (proprio come Saddam con i curdi);
    oppure come cattolici, che tra quei 100 milioni di nativi americani ne abbiamo parecchi sulla coscienza…

    Prima di guardare indietro e puntare il dito, guardiamoci dentro; forse, allora, il giorno della memoria avrà davvero un grande valore, legato non solo al popolo ebraico!

    Capisco che dia fastidio essere paragonati ai comunisti cattivi, agli americani cattivi, ai cinesi cattivi, ai tedeschi cattivi… ma se gli unici italiani cattivi fossero stati i partigiani, saremmo davvero un popolo di santi ed eroi …
    Daniele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...