Ciaciaré · Mangé · Tradission

Mòl come na tripa..la trippa dei nonni

Il caldo improvviso ha effetti ehm…emollienti sulla mia persona^^  Di solito devo aspettare giugno per dire che ho misure da modella…90 su 60…

specificando prontamente che si parla di pressione arteriosa… massima e minima, eeeeeeeh cosa credevate?:-D

e allora via ai modi di dire, da gnèch parèj d’un gnòch dësmentià gnucco, molle, come uno gnocco dimenticato (nella pentola, in acqua bollente)…

oppure mòl come na tripa.. molle come la trippa.

Vi piace la trippa?^^ ad alcuni no, proprio perché troppo “molliccia”, io invece l’adoro, e non è vero che è molliccia, anzi, necessita di una cottura lunghetta proprio per smorzarne la callosità.

In famiglia solo altre due persone hanno condiviso con slancio questa mia passione: i due nonni, e a loro dedico questa ricetta, piccantina al punto giusto, come piaceva a loro. E pure a me… e tira pure su la pressione, garantito!! ^^ Ovviamente si usa trippa di Moncalieri, dove ogni anno in autunno fanno la Fiera della Trippa, con le ricette approvate dalla “Confraternita d’la Tripa’d Muncalé”. Nell’ottobre del 2010 sono riusciti a far cuocere, battendo ogni record,  2450 kg di trippa alla savoiarda, ricetta dell’antico territorio della Savoia caratterizzata dall’uso di erbe e gusti tipici della Savoia!

Trippa dei nonni

500 g di trippa mista a listarelle

200 g di passata di pomodoro

una grossa cipolla

fagioli borlotti già lessati 300 g circa

vino bianco circa un bicchiere

un pezzo di peperoncino piccante sbriciolato (a piacere, secondo i vostri gusti)

mezzo cucchiaio di paprika piccante

due spicchi di aglio in camicia

brodo di carne q.b.

olio di oliva

sale q.b.

pane casereccio per accompagnare

Fate dorare l’aglio in due cucchiai di olio, in una casseruola (se usate la terracotta meglio ancora!) . Togliete l’aglio e soffriggete rapidamente la cipolla affettata. Unite la trippa, mescolate bene alla cipolla, bagnate con il vino, fate evaporare e aggiungete il pomodoro e il peperoncino. Continuate la cottura aggiungendo quando serve qualche cucchiaio di brodo caldo. Dopo un’oretta circa aggiungete i fagioli, fate cuocere il tutto ancora per mezzora e solo a 5 minuti dal termine aggiungete la paprika. Sempre secondo i vostri gusti lasciate più fondo di cottura o meno (dipende da quanto pane potete “pucciarvi” dentro alla fine!^^)

Servite ben calda con fette di pane casereccio.

Annunci

10 thoughts on “Mòl come na tripa..la trippa dei nonni

  1. Ohhhhh, quanto mi piace la trippa!
    Quando vado da mia madre, me la faccio sempre preparare, insieme agli spaghetti alle vongole 🙂
    Lei la fa d’estate senza fagioli, piccantissima, condita con pecorino e menta: buonissima!

  2. con la trippa ho un rapporto strano, mi piace ma non la faccio mai, anzi, non l’ho mai fatta. in casa piace solo a me, quindi soprassiedo.
    questa ricettina con i fagioli mi sembra una meraviglia!

    1. anch’io la faccio pochino, la facevo di più quando avevo loro a condividerne porzioni che meritassero…che è un po’ come gli spezzatini, farli monodose non è entusiasmante!
      Però nel mese di marzo avrebbero festeggiato il compleanno entrambi, e in un impulso amarcord ne ho fatto un paio di dosi e me le son mangiate io in due tempi ^^. Mia figlia la mangerebbe anche, ma al momento non può!

  3. l’ho rimangiata a roma l’anno scorso dopo anni che non la mangiavo più e… mi piace! mi ero ripromesso di farla
    ottima la tua ricetta e mi piace pure perché bella piccantina! 🙂

  4. La trippa è uno dei miei piatti preferiti e anche a me ricorda mia nonna perchè come la sa fare lei…nessuno. Io sono abruzzese e non l’ho mai mangiata con i fagioli, in compenso anche noi la prepariamo con la passata di pomodoro, il peperoncino piccante e molta, molta maggiorana! Complimenti per il blog e a presto!

  5. Adoro la trippa, l’ho persino mangiata alla messicana in zuppa! Io la faccio come la faceva il nonno romano, ovvero il papà della mia mamma.
    L’ho sempre mangiata sin da piccola e l’ho fatta assaggiare al mio cucciolo che apprezza. Mai fatta la versione con i fagioli, quindi me la segno per la prossima volta – presto!- che farò la trippa!
    grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...