Ciaciaré · Galuparìe · Vegetariano

…e ancora fiori! eh…già!

proprio ieri sera raccontavo a Marina su Radio Onda Italiana della Pasqua piemontese, e di come erbe verdure…e pure fiori! la facciano da padroni nei menù pasquali nonostante, arrivati alla fine della Quaresima, ci sia una gran voglia di carne. In città è sempre più difficile procurarsi le materie prime, anche perché nelle aiuole cittadine non si sa bene che cosa assorbano, povere piante…

noi siamo abbastanza fortunati, qui in collina basta spostarsi di poco per trovare ancora dei prati sicuri, e potendo attingere anche dal giardino più ad alta quota, dove mio padre aveva previsto anche l’angolo delle aromatiche e dove le selvatiche crescono indisturbate, la stagione delle erbe si allunga e offre una maggior varietà… l’altro giorno era una lotta al tempo… il marito che “devo tagliare l’erba” e io: lasciami ortiche e tarassaco!… col rischio di lasciare il prato a effetto mimetico… alla fine con un blitz son riuscita a fare scorta di entrambi..e pure di lillà! la loro fioritura dura pochino, e basta non andare su nella settimana giusta, e ce la perdiamo… ma al mattino, appena svegli, l’altro giorno lo spettacolo era questo…

il pergolato si sta preparando per le marènde sinòire:-)

dicevo, mi son persa dietro ai lillà…bianco e…lilla 🙂

e l’angolo dei mughetti, pronti per la fioritura…e la “giuseppina”, che si intravvede lì dietro… le pervinche son già nel pieno della fioritura invece

e poi via, a raccogliere il tarassaco nell’angolino selvatico

e per prendere un po’ in giro il marito, seduta sul muretto in fondo, ho ripreso un pezzo del prato da tagliare… per mantenere la linea è un bell’esercizio!

nei boschi inizia, con tutta calma, il rododendro

e a questo proposito, attenzione!! un po’ come per i raccoglitori improvvisati di funghi, anche le erbe nascondono insidie… e son sempre quelli che si vantano come esperti a correre rischi… nel dubbio, dedicatevi solo alle foto del paesaggio in solitaria meditazione, magari trovate la vostra strada! ^^

non tutti i fiori e non tutte le erbe sono edibili, alcune sono tossiche, altre addirittura pericolose… il rododendro ad esempio è velenoso, quindi… chi “rode dendro”…. rischia la salute^^  (e non dite che non vi avevo avvisati, eh, se vi ritrovate a Pasquetta con lo scagotto ! 😛 )


Torniamo alle mie erbette…

e allora, cosa te ne fai di tutto quel tarassaco?  questa è stata la domanda tormentone della giornata… e dell’ortica..? e dei lillà?

iniziamo dal tarassaco? 🙂

Gelatina di fiori di tarassaco

100 g di fiori di tarassaco

350 g di zucchero

500 ml di acqua

il succo di mezzo limone

due cucchiai rasi di pectina

mettere i fiori puliti nell’acqua, portare a ebollizione, spegnere e lasciare in infusione per 15 minuti circa. togliere metà circa dei fiori, aggiungere lo zucchero, il succo di limone e la pectina, rimettere sul fuoco e far sobbollire per venti minuti. Sciacquare dei barattoli di vetro (coperchi compresi) con un cucchiaio di alcool da liquori, scolarli bene e invasarvi la gelatina ancora bollente (sarà praticamente liquida, abbiate fede, si rapprende raffreddandosi!)

Annunci

7 thoughts on “…e ancora fiori! eh…già!

  1. questo tuo post “bucolico” mi piace tanto. Forse non lo sai ma amo tantissimo le piante, mi piacciono i campi colorati dai fiori selvatici ed adoro le aromatiche… In questo momento mi accontento (ancora per poco… vedi come strozzo il costruttore, sennò!) ancora di un terrazzo cittadino in attesa di trasferirmi in una casa con giardino/orto. Però, lì, in questi piccoli ma preziosi vasi, qualcosa s’è mosso. I mughetti (da noi fa più caldo) sono fioriti, i fiori d’angelo, profumatissimi, stanno sbocciando ora, i gerani odorosi, la camelia, le fragole…
    Grazie per averci portato in un angolo incontaminato… e quel pezzo di campo, non ancora privato dal tarassaco e dalle ortiche è bellissimo!
    Una buona pasqua anche a te e a presto

  2. Hai aggiunto fascino a Xxxxxxx!
    E sembra quasi di sentire i profumi nel’aria………
    Che bello , il condividere ricordi, presente ed emozioni con i tuoi lettori. Brava Norma,non sei soltanto un’abile cuoca…ma anche una “regista” : ci porti dentro al tuo mondo con immagini e pensieri.
    Buona Pasqua a te, famiglia e tutto il blog 😉

  3. C’è più primavera in questo tuo post, che fuori dalla finestra. Mi sembra quasi di sentire il calduccio 🙂

    Verissimo quel che hai detto sui funghi e sulle piante.
    Fra l’altro un fungo buono può diventare velenoso proprio grazie alla vicinanza di funghi o piante tossiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...