Ciaciaré · Tradission

Alpini a Torino

Questo w-end non è stato  dedicato solo alla festa della mamma.

Qui da noi da giorni ci si preparava all’Adunata degli Alpini. Infatti non solo a Torino, ma in tutti i Comuni limitrofi c’è stata un’allegra invasione di gruppi provenienti da tutta Italia.  Sabato eravamo a Torino per una presentazione di un libro, che l’editore ci aveva organizzato in pieno centro…. quale occasione!  Anche se non abbiamo goduto in diretta della suggestione della parata ufficiale di ieri, ci siamo tuffati per qualche ora nel pieno della festa del giorno prima!

Mi sarebbe piaciuto fare più foto, e mi son resa conto che alcuni dettagli che di persona colpiscono ed emozionano, a volte poi in foto non riescono a rendere allo stesso modo…Però, anche le foto sono un bel ricordo e fanno dimenticare le bolle ai piedi per la lunga camminata che la GTT “fantasma” ci ha fatto fare per tornare a casa la sera! ^^

Fino a un certo “perimetro”, di giorno,  i mezzi pubblici arrivavano… ma sopra già abbiamo incontrato un gruppo….allegro.. sì, beh, dopo pranzo… ovviamente il consorte si è unito al coro… ho anche un pezzo di video ma velo (glielo) risparmio!^^

arrivando da corso Regina Margherita verso i Giardini Reali…un vero e proprio accampamento… qui uno dei tanti mezzi “attrezzati”per la distribuzione di vino, cibo e allegria..

dopo pochi passi, ecco… serviti!

e pochi passi più in là il signor Celestino… un fedelissimo delle adunate, non raro esempio di orgoglio alpino!

in effetti, per mangiare e bere, non c’era orario… anche alle 16 del pomeriggio si poteva approfittare di queste spettacolari grigliate… volete un po’ di pollo? 🙂

e non mancava la musica.. in ogni angolo, in ogni piazza… bande musicali…

ufficiali….e non…

Erano coinvolti tutti, anche i piccoli…

la benedizione del Vescovo, in piazzetta Reale…

e visto che è l’anno dei 150, c’era anche Garibaldi, ovviamente…:-)

non solo bande, ma anche cori… bravissimi, suggestivi… questo nella Chiesa di San Francesco da Paola in via Po

dicevo, prima, mangiare e bere… ecco, il bere non mancava di sicuro… intanto ognuno aveva il proprio “bicchiere” sempre pronto all’uso…

e poi c’erano i distributori improvvisati, qua e là

la tanica/pompa del verderame mica serve solo a quello!

c’è chi preferisce la tradizionale damigiana…

deluso dall’assenza di neve? ^^ strategicamente appoggiato a un pilastro?…chissà! 🙂

iniziano ad accendersi le luci, andiamo a cena, non prima di un ultimo scatto a una penna nera!

Annunci

9 thoughts on “Alpini a Torino

  1. cara Norma,quando partecipo a queste adunate, ricordo ancora quella magnifica qui a Trieste alcuni anni fa, mi sento orgogliosa di essere italiana!Loro rappresentano la generosità fatta persona,quello spirito di patria che ultimamente sembra svanito in loro c’è sempre e viene tramandato dai veci ai bocia…..Grande cuore alpino! ti abbraccio cara, passa una buona settimana….

    1. Parecchi gruppi arrivavano dalla tua zona, segno che anche lì lo spirito di corpo e di patria va ben al di là dell’esser militare… e fors e è per questo che tra tutti i corpi è l’unico che gode della mia simpatia di antimilitarista convinta ^^

  2. che bello! hai saputo cogliere l’atmosfera festosa di questo appuntamento così sentito dai torinesi – e non.
    E’ stata un’altra bella occasione, festosa, per mostrare il calore di questa città ,che ,spesso ,viene ignorata dai tg nazionali o citata solo per disgrazie…
    Da nipote e, soprattutto ,figlia di alpino, quale sono, sono stata orgogliosa di sentirmi dire da un’amica di Roma :”che belle piazze avete a Torino”, così pacificamente occupate dall’invasione di penne nere!

    1. ti confesso che delle piazze si vedeva poco, tanto eran piene! però sì, è stato davvero un evento prezioso, per Torino e…provincia, va! (visto che non son più a Torino da anni, ormai…:-) )

  3. APRITE LE PORTE CHE PASSANO, CHE PASSANO, APRITE LE PORTE CHE PASSANO I BALDI ALPIN!!!
    BELLISSIMO…spettacolare…una cosa unica che solo se l’hai vista/vissuta puoi capire nello spirito e nell’atmosfera che si respira.
    E poi Torino, non per campanilismo regionale!!, è una città meravigliosa……..che si è meritata questa “vetrina” nazionale.
    L’è ‘l Piemunt che dà all’Italia la pù bela gioventùùù (scusate ma non so scrivere in dialetto!!!).
    Buona giornata e buon tutto
    Lucy64

  4. è stata una festa grandiosa, noi ci siamo divertiti un mondo e poi quello che è importante è che è stata un’occasione per dimostrare che c’è un pezzo di italia che sà stare unita, alla faccia dei “lumbàrd”, tiè!:-D

  5. IO e le mie amiche…prima nelle “retroguardie.accampamenti” a salutare i mariti (delle altre, il mio non è alpino e non ama questo genere di feste!) e poi perse in punti imprecisati di Piazza Castello e di Via Po, ad aspettare il passaggio dei NOSTRI alpini.
    Con il cuore gonfio di commozione…,,,uno spettacolo unico, come solo gli Alpini e Torino hanno saputo far vivere!!
    Le tue foto…meravigliose, era proprio così!!!!
    W questi meravigliosi BUGIA NEN di Torinesi!!!!!!!!!
    W questi meravigliosi BEVI TROP di Alpini !!!!!!!!!
    SMILE Lucy64

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...