Ciaciaré · Mangé · Merenda sinòira · Tradission

Chi ch’a l’ha fait ij gnòch…

ch’a s jë mangia!    Chi ha fatto gli gnocchi se li mangi! versione dialettale del “chi rompe paga e i cocci sono suoi”… e beh sì insomma anche in tempi antichi si è sempre sentita l’importanza di  prendersi la responsabilità di ciò che si dice e di ciò che si fa… e io aggiungerei, in tempi moderno-virtuali, pure di ciò che si scrive, no? troppo comodo scrivere belinate per poi cancellare, censurare, autocensurarsi, privatizzarsi magari dicendo “ma io scherzavo”… se gli altri magari non gradiscono i tuoi deliri virtuali… che poi che senso ha fare un blog (o due..o tre!) per poi nasconderlo?  fatti un file di Word e scrivi un diario, no?:-D così non sfracani nessuno! mi viene in mente una signora (?) che se non le rispondevo in giornata..? che dico! nel giro di poche ore, mi riempiva la posta di mail chiedendomi cosa aveva scritto di male…oh, ma sei fuori, ragazza mia…!io lavoro e ho una vita, mica son sempre a condor sulla tastiera!:-D  e come per la volpe e l’uva, ora so che va sostenendo che a lei i commenti e le risposte non interessano. Libera di scriverlo, ma io son “libera” di sorriderne, quantomeno. 😀 :-D.. tl’has mai faije ij gnòch? hai mai fatto gli gnocchi? …^^ scusate ma scherzavo! no, non è vero, son seria, a me l’idea che tutta sta gente usi il blog come surrogato di una vita reale (al punto da averne dei patemi e  dei patimenti) mette tristezza. L’ho detto, non lo cancello e potete rileggerlo quando volete 😀

Ebbene sì, ora di gnocchi vi parlo, anzi vi scrivo!

Un classico dei nostri luoghi, un piatto veloce di cui vi avevo fatto cenno e mostrato uno scatto qui, che potete anche considerare primo e secondo, mettendoci poi un’insalata e… beh, insomma, dipende dalle dosi… peròppperò… a me di questi piacciono le dosi abbondanti. E a voi?^^

Tenete presente che una volta pronti, cuocendo rapidamente, sono ideali da preparare al momento come piatto caldo di un buffet o di una merenda sinoira!

Gnocchi al Castelmagno

per tre persone

800 g di patate

200 g di farina

un tuorlo

sale q.b.

Lessate le patate e, ancora calde, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate. Unitevi la farina e l’uovo, salate e impastate bene. Formate gli gnocchi e fateli raffreddare bene.

Tagliate a cubetti 250 g di Castelmagno, metteteli a bagno in un po’ di latte a temperatura ambiente.

Portate a ebollizione abbondante acqua salata, buttatevi gli gnocchi e scolateli man mano che vengono a galla. nel frattempo scaldate 90 g di burro, e unitevi il formaggio ammorbidito e scolato dal latte. Mescolate rapidamente per un minuto, spegnete il fuoco sotto il burro e utilizzate il tutto per condire gli gnocchi.

Annunci

28 thoughts on “Chi ch’a l’ha fait ij gnòch…

  1. BBoni li gnocchi!
    Nell’analisi reale-virtuale hai dimenticato la categoria che pensa che siano tutti anonimi coperti da nickname tranne lui/lei, è capitato qualche giorno fa da me!

    1. beh se vogliamo passare in esame tutte le categorie c’è pure chi passa tutto il tempo a “calcolare” da dove arrivano le visite e a ipotizzare chi possa essere… pensa che dopo che me ne andai da un forum una dei mastini di guardia è riuscita a far bannare una mia amica (che non lo era ancora a dire il vero, ma incuriosita dall’episodio mi cercò e ora ci conosciamo bene!) solo perché l’IP dava una provenienza dalla mia stessa zona .. della serie se ti dicono furbo picchiali, eh? mamma quante risate ci siamo fatte 😀
      Ecco, questa categoria è ancora più triste di quella che vive nel virtuale, perché vive nutrendosi della polvere dietro le quinte del virtuale, nella cantina… boh! (e quelli che dicono: lascio il blog per qualche giorno, inventandosi chissà quale malore o disgrazia,e poi in loro assenza il blog viene tenuto fermo sugli articoli ma risistemato aggiornato ecc ecc in tutto il resto?… un manicomio!^^servisse potrei proporre cervello per tutti una volta a settimana ahahah!)

    2. ahahahah che ridere davvero! non sapevo più come farglielo capire era veramente ossessionata (e mi sa che lo è ancora) ma cosa ci fai tu alla gente!! e però mi ha portato fortuna perchè subito dopo son rimasta incinta, alla faccia sua! queste sì che son le gioie della vita: 3 chili di pupa bavosa! e poi ti ho pure conosciuta, così non dimagrisco piùùuuuuuu:-D

  2. Beh, sono d’accordo con te. Del resto non sono un politico e non sto a comprare gli (e)lettori col mio blog, se a qualcuno non piace quello che scrivo e per questo non mi vuole più leggere non me ne faccio un problema. E’ giusto così 🙂 Buona serata 😉

  3. Attentato! Si tratta di Attentato!
    ma che fame mi hai fatto venire con l’ultima foto? che meraviglia! dovrei chiederti una cortesia pero’, se puoi/ vuoi.. ti andrebbe di partecipare al contest anti-nucleare di cui ti avevo parlato? non tanto per il contest in se, quanto per la promozione del referendum che in questi giorni ha proprio bisogno di stare un po’ sotto i riflettori.
    ti ringrazio intanto per la disponibilità, un abbraccio!

    1. Sì Benedetta mi ricordo, ma ne sono usciti altri in contemporanea e non ce la faccio a partecipare (molti dei post li programmo in orari impensabili in questo periodo) e non voglio fare torto a nessuno :-/ vedrò cosa riesco a fare

  4. allora, il Castelmagno è una buonezza… su virtuale e reale concordo su tutto, tranne la questione dell’anonimato ‘forzato’, per così dire, in casi come quello mio (privacy necessaria, diciamo). Ma infatti sai che quando sono rimasta en cachette per un po’ continuavo a pensare a come ritornare alla luce! 😉
    va a Torino, dunque? Salutami il salone! Un abbraccio

  5. Ahahahahahahah la penso esattamente come te! Sta gente è fuori come un poggiolo ed ha veramente troppo tempo libero.

    E poi hai anche detto “belinate” ma io ti bbbacioo!!!! :-DDDD

    Ora ti mando un messaggio col piccione viaggiatore, un sms, una mail, un messaggio vocale, e pure un messaggio con la posta pneumatica, vedi di rispondermi immediatamente, se no mi viene l’ansia.

  6. Ti leggo sempre con piacere sai? Commento poco o niente ma da quanto hai scritto su capisco, che non ti stai a far venire l’ansia e meno male! Questa cosa la dice lunga sulla tua capacità di dare senza aspettarti niente in cambio… forse solo cortesia, una parola gentile di tanto in tanto… 😀
    Ho provato a fare gli gnocchi di patate 1 volta sola, sono venuti una ciofega, la ricetta recitava più o meno, mettete dentro tanta farina quanta ne richiedono le patate, e così ho fatto, poi ho formato i salsicciotti che ho tagliato in piccoli gnocchi… ma una volta cotti erano papposissimi… avrò sbagliato il tipo di farina? Ho usato una 00…
    baci

    1. più che la farina possono essere state le patate, alcune varietà assorbono un sacco di acqua…oppure li hai cotti troppo… appena vengono a galla bisogna toglierli, se li lasci come la pasta alla lunga si disfano 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...