Galuparìe · Merenda sinòira · Tradission

Coppa Madama Cristina

Maria Cristina di Borbone, detta Madama Cristina, fu una figura molto particolare della grande famiglia Savoia, di cui entrò a far parte sposando Vittorio Amedeo I… Rimasta presto vedova, seppe destreggiarsi con onore sul trono… ma non solo! La storia racconta infatti che subisse parecchio il fascino della divisa, soprattutto dopo che l’ufficiale di turno se l’era sfilata… ^^ addirittura una leggenda narra delle eliminazioni dei vari amanti per assicurarsene il silenzio e della vendetta finale dei suoi servi che, per punirla, non diedero da bere ai suoi cavalli per diversi giorni… finché lei, salita sulla carrozza, fu trascinata nelle acque del Po dalla quadriglia inferocita per la sete! Tutt’ora pare sia possibile vedere il fantasma della carrozza con a bordo la regina che corre lungo il fiume…

Così come per il tiramisù, che pare sia stato inventato per tenere in forze Camillo Benso conte di Cavour (c’è chi dice per Cosimo III de’ Medici per la sua intensa attività amatoria…) anche per questo dolce dunque, con i suoi contrasti caldi e freddi, possiamo immaginare  una storia legata ad amori e passioni.  Ma anche non fosse, ogni scusa è buona per prepararlo e mangiarselo di gusto.

Coppa Madama Cristina

Per 4 coppe:

8 savoiardi

due tazzine di caffè amaro

200 g di seirass (o ricotta piemontese)

quattro cucchiai di zucchero vanigliato

due bicchierini di Marsala più due per lo zabajone

4 tuorli + 2 albumi

4 cucchiai di zucchero semolato

cacao amaro

Lavorate il seirass con lo zucchero vanigliato e due bicchierini di Marsala e tenetelo in frigorifero fino al momento di comporre il dolce. Preparate uno zabajone ben caldo con i tuorli, gli albumi, lo zucchero e due bicchierini di Marsala. Disponete sul fondo delle coppe i savoiardi inzuppati col caffè bollente. Versatevi a cucchiaiate il seirass freddo, e coprite con lo zabajone caldo. Spolverate con cacao amaro e servite immediatamente.

Annunci

11 thoughts on “Coppa Madama Cristina

    1. davvero? Si vede che non la conoscono! 😀 scherzi a parte, non l’ho visto perché è una rivista che acquisto di rado. Sarà stata semplicemente una delle millanta variazioni sul tema del tiramisu, d’altra parte gli ingredienti grosso modo sempre quelli sono, e ora per la moda delle diete c’è un ritorno all’uso della ricotta e dello yogurt in alternativa al mascarpone che in effetti non fa così bene^^

  1. ecco: dolce robusto ma delicato, proprio quel che ci vorrebbe per coccolarmi per quest’influenza che non passa. Già..ma sentirei i sapori? vabbè ne vorrei subito una coppa.
    La frase “soprattutto dopo che se l’era sfilata – la divisa -” mi ha fatto sbellicare..poi..in tutta onestà la famiglia mi sta un po’ sul gddu
    🙂

    1. sono molti i piemontesi a pensarla così della famiglia (e della progenie “televisiva” ne vogliamo parlare?…argh!) , però questa signora sarà stata un po’ na gajòfa ma politicamente parlando ha avuto più palle dei suoi parenti maschi, tutto sommato una gran donna 🙂

      e poi…avevano dei signori cuochi, qualcosa di buono ci han lasciato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...