Mangé · Merenda sinòira

Lasagnetta al ragù con funghi porcini

Sono latitante, lo so, ma è un periodo diciamo…. intenso^^, e ho diverse cose che mi tengono lontana dal web;  mi spiace perché vorrei andare a trovare un po’ dei miei contatti e invece resto indietrisssssssimo… cercherò di recuperare, promesso! D’altra parte è normale che la vita “reale” abbia la precedenza! ^^ intanto vi “propino” un’altra ricetta-non ricetta, una cosina tutto sommato semplice  e programmabile in tempi “differenziati”…

Stanchi del solito ragù?

A dire il vero io non mi stanco mai di un buon ragù, però mi piace anche molto cambiare, e dunque…

Dopo un po’ giorni a Bologna dove per ragioni assortite  di tipico son riuscita a mangiare giusto del culatello con piadina e squacquerone (da urlo! 🙂 ), mi ritrovo ora con voglia di ragù e tortellini, e oltretutto poco tempo per farli, e va beh!

Allora vi dico come fare per fare questa lasagnetta e “trassare” (dal piemontese trassé, ingannare, barare) sui tempi…

Preparate un ragù, alla bolognese, o alla vostra maniera, come preferite… Preparatene una quantità abbondante, in modo da poterne congelare alcune porzioni. Il gioco è fatto! Scongelatene un po’ e…

Altra ricetta occhiometrica!

Lasagnetta al ragù con funghi porcini

Sfoglia di pasta all’uovo da lasagna, qb

ragù di carne tradizionale, qb

funghi porcini freschi o surgelati una manciata

dado vegetale

besciamella qb

parmigiano o grana padano grattugiato

olio di oliva EV

Cuocete i funghi, tritati grossolanamente, in un mezzo cucchiaio di olio e brodo vegetale una decina di minuti o quanto basta per portarli a cottura. Unitevi il ragù (già scongelato se usate le scorte) e fate ancora cuocere insieme per mezzora circa.

Mescolate il ragù ai funghi a una quantità occhiometrica di besciamella (la potete preparare secondo vostra ricetta mentre cuociono i funghi). Procedete al montaggio della lasagna in teglie grosse o in monoporzioni (a me piacciono queste, anche se il rischio è che poi ognuno si… becchi una brusatà tremenda trovandosi con le labbra della Berté…fatele raffreddare un cicìn prima di servirle!  😀 ) Terminate gli strati con un velo di besciamella e una spolverata abbondante di parmigiano grattugiato. Infornate a 200°C per mezzora circa (anche qualcosina meno se sbollentate prima la pasta)

Utilizzate questo procedimento per festeggiare San Valentino in ritardo, in una pausa pranzo brevissima, facendo ugualmente la vostra bella figura 😀

Annunci

12 thoughts on “Lasagnetta al ragù con funghi porcini

  1. manco ci fossimo messe d’accordo.. anch’io ho postato le lasagne (mie non bolognesi.. che già mi hanno tirato le orecchie che il ragù non si fa così..ma infatti non era bolognese, ma piemontese 🙂
    propongo di scambiare una porzione, un baratto insomma.
    Ho ragione di credere che ci guadagnerei….:-)
    buon week end e dai che c’è il sole!!! l’era ura

  2. Come fai a sapere che a San Valentino ero in riunione così la cenetta romantica è sfumata … con le lasagne ai funghi sarei la valentina più felice del mondo! Per cui si recupera la serata nel week end e questa ricetta sarebbe perfetta

  3. Una domanda da un milione di dollari: ma le lasagne NON precotte, cioè NON da mettere in forno direttamente, non esistono più in commercio? Tocca farsele da sé?! Cordiali saluti e complimenti per questo bel blog, da cui passo regolarmente per ritemprar lo spirito. CHIARA

    1. Si che esistono ancora! quelle che ho utilizzato stavolta son proprio quelle, sn pasta fresca di pastificio però, non industriale. Queste vanno sbollentate prima oppure si possono mettere direttamente nel forno, ma con un condimento più liquido e un bel quarto d’ora in più di cottura^^
      Poi ci sono anche tra quelle secche (Ba…a, credo, ma anche altre marche) che richiedono una sbollentata prima… Ti dirò che anche quando me le faccio io però una passatina prima gliela do, per accorciare i tempi, tanto bollono giusto quel minuto, tempo tra uno strato e l’altro, mentre le monti 🙂

  4. Mi piace “una quantità occhiometrica di besciamella ” certe volte non sai mai che parola usare e devo dire che questa te la copierò spudoratamente !!
    Poi per la ricetta .. un bel piatto di lasagne così altro che S. Valentino

  5. ehhhh, se parliamo di latitanza…. io dovrei proprio starmene zitto (e ti capisco benissimo)
    anche io faccio spesso le lasagne così (circa) e le adoro
    ps: solo che io “raddoppio” la quantità occhiometrica di bescialella! :)p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...