Ciaciaré · Galuparìe · Merenda sinòira · Tradission · Vegetariano

Salada ‘d fruta cheuita al Brachèt (per festegié)

Ho fatto caso solo ora che l’articolo precedente aveva nel titolo una domanda… e adesso metto la risposta.. Perché sì, se in Italia c’è una situazione orribile per quanto riguarda la condizione femminile, nel nostro piccolo cerchiamo di goderci le soddisfazioni che ci dà la “donnina” di casa… che da settembre sarà  a Londra e certo questo fa anche pensare a quanto poco sia incoraggiata e sostenuta l’arte in Italia ma va beh, la scelta è fatta e la vediamo come un’opportunità in più, da qualsiasi parte del mondo arrivi…

Intanto voglio ringraziare pubblicamente chi ci è stato vicino e ha fatto il tifo in questo percorso e nell’attesa trepidante degli esiti dell’audizione, e dico “ci” perché anche la sottoscritta con patemi assortiti ha bisogno della sua buona dose di incoraggiamenti, e so che tra voi ci sono altre mamme che hanno già affrontato e stanno affrontando questo tipo di impegno emotivo ^^ (vero, Pens.. 😉  ) , e poi condividere anche queste cose con le amiche è importante, no?

Veniamo al dunque… l’altro giorno stavo pensando che qui abbiamo già la tradizione del piatto “coccola” legato ad eventi o a date particolari, come ad esempio le pesche ripiene per la fine estate e il rientro a scuola… e già la testa ha iniziato a macinare idee e pensieri su quante cose preparerò ogni volta… che il ritorno alla cucina di casa sarà sicuramente gradito, vista la fama non propriamente brillante della cucina in UK..!

E così ho rispolverato al volo un dolcino di tradizione famigliare, che per molti sarà solo “fruta cheuita”, frutta cotta, ma in realtà anche per la frutta cotta, che non sia in verisone ospedaliera, una ricetta buona ci va, no?… beh, provatela!

—>>  Ringrazio al volo sia Viv sia Fior per questa attribuzione di “blog affidabile”, è vero ho scritto  a lato no premi no contest, perché non ho la costanza poi di distribuire e proseguire e stare dietro a questo tipo di iniziativa, ma qualcosa nelle loro motivazioni mi ha fatto capire che…han capito molto di me, al di là delle cose che scrivo sul blog, e quindi lo accetto volentieri e pur non proseguendo la catena, lo ri-dedico a loro! ^^

Macedonia di frutta cotta al Brachetto

Due mele rosse (Royal Gala)

due pere (Madernassa PAT)

4 cucchiai di uva sultanina

il succo di mezzo limone

un bicchiere abbondante di Brachetto

4 cucchiai rasi di zucchero

due cucchiaini colmi di cacao amaro

Tagliate a tocchetti mele e pere e privatele del torsolo ma non della buccia. Mettetele in una casseruola con gli altri ingredienti e fate cuocere lentamente per  30-40 minuti circa: non devono disfarsi ma solo ammorbidirsi.

Servite ancora calda o tiepida o anche fredda, come preferite. Non è male tiepida abbinata a una pallina di gelato alla vaniglia 😉

Annunci

25 thoughts on “Salada ‘d fruta cheuita al Brachèt (per festegié)

  1. Cin cin che mi scolo col risucchio il brachetto dopo finita la frutta. Un in bocca al lupo per la prossima avventura. In Italia non è che conti poco colo l’arte ormai. Mannaggia.

  2. Partecipo anch’io al brindisi e… adoro la frutta cotta al vino!!!
    Se posso, permettetemi di dire che il premio non solo calza a pennello, ma aggiungerei anche “un fedele a se stesso” che non è da tutti ai nostri giorni…
    Un abbraccio…

  3. ah come ti capisco bene!!! dai.. allora è deciso? Immagino quanto tu sia fiera e a ragione! Un In bocca al lupo grande-grande alla pupa per la meravigliosa, seppur impegnativa, esperienza che si sta per compiere.
    Beh settembre.. c’è ancora tempo per godertela un po’ 🙂
    Mi unisco alle altre per il brindisi!

  4. “che si sta”…”per compiere”…. ma come scrivo,cosa scrivo? sembra che io parlando della scena del delitto.. guardo troppi NCSI, CSI & C.
    sorry 😦

  5. Non ti offenderai se prendo solo il brachetto vero?
    La frutta cotta faccio fatica a guardarla anche nei piatti degli altri 😀
    Quando danzerà da prima ballerina alla Scala biglietti gratis per tutte le blog-amiche 😀

  6. A me la frutta cotta piace un sacco, e qs non è per niente banale! Io quando ho voglia di qualcosa di dolce (che non mi faccia perdere molto tempo in cucina) mi preparo le mele cotte. Qs è la versione lusso di quello che faccio io…
    Complimenti per la tua bimba!
    Ciao

  7. E’ “contemporaneamente puro” anche questo confort food! Brava Norma e soprattutto Bravissima alla tua piccole Etoile.
    Lucy

  8. complimenti alla pargola, che ormai pargola più non è.
    sarà una splendida esperienza per lei, insomma, puoi esserne felice e orgogliosa.
    un abbraccio, gaia
    p.s. anche a me sta impedendo di commentare liberamente, senza loggarmi
    posso dire “che palle!”?

  9. La gioia più grande per una madre, è vedere i propri figli realizzare i propri sogni e aspirazioni. Complimenti a tutt’e due! Vi invidio un bel pò perchè vi mangiate tutte stè delizie mentre io, ultimamente, non riesco a combinare nulla in cucina… uff… 😦
    Per ora mi accontento di mangiarlo con gli occhi… 😉
    Ciao bella!!!!

  10. Ciao Norma, come ti ho scritto via mail sono passata a salutarti e farti (seppur in ritardo) gli auguri per il tuo blog

  11. Audizione? Occavolo cosa mi sono persa?
    E’ andata benissimo,mi pare di capire, quindi CONGRATULAZIONI a tua figlia, perché se le merita tutte 🙂
    E Londra sarà felice di rivederla!

    Un bacione!!!

  12. In bocca al lupo alla “donnina”, auguri per lo stress che pur non avendo figli riesco ad immaginare e complimenti per la frutta cotta che questa ricetta rende saporosa assai. Buona settimana!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...