Mangé · Merenda sinòira · Tradission · Vegetariano

E visto che caldo non fa…

..ne ho approfittato per fare una ricetta ancora invernale, anche se come c’è chi va di polenta a luglio, c’è sicuramente chi può apprezzare questo piatto anche nei prossimi mesi^^

Protagonista in quanto anche contenitore della porzione è il tomino del Talucco stagionato, formaggio tipico piemontese, in formato “magnum”, ossia di un diametro di circa 10-12 cm e alto circa 4… qualunque alternativa con pari caratteristiche va bene: è un formaggio a pasta morbida, grassa che forma una leggera crosta chiara che in termini tecnici si definisce “setosa”… potrebbe ricordare molto il Camembert, ecco.

Riso nel tomino al tartufo nero

per 4 persone

4 tomini di misura adeguata

280 g di riso Vialone nano

un piccolo porro

vino bianco secco, un bicchiere circa

brodo vegetale o di carne bianca qb

tartufo nero da grattugiare

un cucchiaio di burro fuso

Scavate i tomini lasciando un mezzo cm tutt’intorno e sul fondo; tritate finemente la parte bianca e anche qualche foglia verde del porro, appassitela per un paio di minuti nel burro, poi aggiungete il riso, tostatelo e sfumatelo col vino bianco. A metà cottura , che porterete a fuoco lento aggiungendo man mano il brodo che serve, aggiungete la parte interna del  formaggio a dadini.

Terminata la cottura (all’onda!) riempite le “ciotole” di formaggio, spolverate col tartufo e servite immediatamente. La ciotola di formaggio infatti a contatto col calore tenderà ad ammorbidirsi, per poter essere mangiata poi a tocchetti insieme al riso.

La masca vi consiglia anche:

tagliatelle al tartufo nero

farro asparagi radicchio e fonduta

Annunci

6 thoughts on “E visto che caldo non fa…

  1. Lo so che sono solo le 3 e mezza del pomeriggio, lo so che dovrei essere sazia e satolla ma io alla vista di questa meraviglia non resisto!! E non mi fermo mica davanti alla prima difficoltà… (dove lo trovo il tomino del Talucco qui nel profondo sud?…lo trovo…lo devo trovare…) questa ricetta m’ha risvegliato i sensi a lungo sopiti….

  2. Norma, ma allora ci vuoi male bella mia!!! Che goduria è questo risottino qui??? Un vero incanto, ho già l’acquolina!
    E poi è davvero una splendida e meravigliosa idea questa presentazione! Grazie per l’idea, la ruberò di certo! 😀
    Ti abbraccio! A presto Any

  3. ah! il tomino del talucco, quanto mi è famigliare! mangiato appena fatto, ancora tiepido, è un’esperienza da provare! così come lo è la tua ricetta (fossi in te andrei a proporla negli agriturismi in zona.. :-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...