Galuparìe · Mangé · Merenda sinòira · Tradission · Vegetariano

Ris e lait

Facendo una rapida ricerca mi son resa conto che oggi quando si parla di riso e latte si intende una specie di crema spessa, quasi un budino, molto simile di solito a un prodotto (greco?) e relative imitazioni che si trova nei banchi frigo dei supermercati, solitamente aromatizzato alla vaniglia. Una colla o giù di lì, per chi ha invece l’idea del riso e latte della sottoscritta. E in giro per il web si trovano rifacimenti di questa mappanza che hai voja a chiamarli budini, e ad aggiungere aromi e ingredienti vari… son cotti talmente tanto che anche visivamente, con quei chicchi semi sfatti e traslucidi, sono un po’ inquietanti^^

Oh… son gusti, eh???

In Piemonte, ma credo anche in altre zone montane, la tradizione trova nel riso e latte una minestra-piatto unico, che deve nutrire e saziare, e che prevede l’aggiunta di zucchero (poco) giusto per diventare un piatto “coccola” per i piccini. Ed è così che è stato tramandato nella mia famiglia, e ancora oggi anziché essere un piatto povero, di quelli che utilizzano “quel che c’è”, per noi è il piatto per una cena speciale…

Riso e latte (Ris e lait, minestra piemontese)

Per ogni persona:

300 ml di latte (intero o parzialmente scremato come preferite)

65 g di riso

un pizzico di sale

un cucchiaio raso di zucchero (20 g circa)

portare il latte a ebollizione, aggiungere il riso, il sale e lo zucchero, e far sobbollire a fuoco basso per 15 minuti circa o comunque fino a cottura del riso: il riso non deve disfarsi, né il latte ridursi di quantità se non nella misura in cui viene assorbito per la cottura del riso.

La masca vi consiglia anche:

Annunci

15 thoughts on “Ris e lait

  1. Questo mia mamma lo faceva quando ero piccola, ma io mi sono sempre rifiutata 🙂 e a dire il vero non ricordo se la facesse dolce… Più tardi indagherò!
    Bon-a giorna’

    1. in realtà non è proprio dolce…. è un dolce-salato, un equilibrio particolare, è per quello che ho messo la dose precisa di zucchero e sale, e non a “occhiometro”! 😉

  2. O tesoro… Ma lo sai che mi hai letto nel pensiero… Finalmente trovo il riso e latte che mi faceva mamma e che amavo tanto!!!! …. Per carità pure i dolci di riso budinosi son buoni… Ma questo è il riso e latte delcuore 😉

  3. Il comfort-food per eccellenza a casa mia! 🙂
    A me piace moltissimo anche nelle varianti salate “riso, latte e castagne” e “riso, latte e rape”. Semplici e deliziosi 🙂

  4. lo adoro.. anche se la nostra versione di famiglia è con le castagne (oppure la zucca!). Mia suocera lo fa divinamente e si ricorda sempre di me…..!!! Altro che confort food

    1. ehilà Monica, benvenuta a una delle mie cavie preferite!^^
      come dicevo alle altre, questo non è considerabile “dolce” per la presenza dello zucchero… con zucchero e sale insieme acquista un sapore particolare, noi lo abbiamo sempre preparato per cena come una minestra, quindi come portata “salata” 🙂

  5. credo che anche in Liguria esista una tradizione simile; cucina “povera” della tradizione contadina (da noi forse più latte e castagne).
    Ho notato anche la tua ricetta cone le ultime articiocche di stagione e ti devo dire… sai che l’altro ieri ho notato un piccolo piccolo carciofo nato nel mio (neonato) orto? Che emozione!!! Crescerà?
    Ciao, un abbraccio

  6. Hai ragione: anche io ricordo che quando il risoelatte confezionato iniziò ad andare per la maggiore ero perplessa, perché il ‘mio’ riso e latte è preciso quello che ricordi, minestra calda, coccola e cura. Anche per me un gran piatto che ho mangiato spessissimo negli anni del liceo. E che ancora ora mi faccio talvolta con grande soddisfazione.
    Altra cosa invece è il budino di riso, e lì sicuramente si sfa il latte, però è solo la prima parte per una preparazione più complessa, da vero e proprio dessert.

  7. anche mia madre quand’ero piccola mi faceva la “minestrina di latte”! Utilizzava la pastina, al posto del riso, ma era comunque buonissima!!! Sai che non l’ho mai rifatta ai miei figli??? mi sa che provvedo immediatamente, e magari provo questa tua ricetta… 😉
    un bacione!!!

  8. questo piatto non lo conoscevo, mentre conoscevo il prodotto industriale.
    anzi, posos dire che mi piaceva tanto (sono secoli che non lo mangio, ma devo confessare che periodicamente ho pensato di rifarlo)
    ma questo è un’altra cosa., uno di quei piatti poveri e squisiti. come polenta e latte. bello.

  9. Fantastico! sono tornata indietro di un po’ di anni, seduta al tavolo di mia nonna… A mia mamma piace molto questo piatto, così quando andavamo a passare il weekend da loro, mia nonna chiedeva “Cosa preparo qs sera?” Riso e latte.
    Io ero piccola e devo dire che le minestre in generale non mi facevano impazzire, e qs non era diversa dalle altre… Oggi, che mia nonna non c’è più, un piatto di riso e latte, fatto da lei, lo mangerei molto volentieri….
    Grazie per il tuffo nel passato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...