Senza categoria

Tempo di zucca… e di recensioni! ^^

Tre anni fa veniva stampato, e presentato al pubblico, il mio primo libro “food”, mio nel senso di “tutto mio”, ecco.. era in parte dedicato alla zucca e visto che il periodo è quello giusto mi piace ricordarlo..  In tre anni ne son successe di cose, e ho continuato a scrivere, di food e non, forse più “non”, tanto che anche l’ultima fatica, “I segreti della nonna in cucina” che pur di cucina parla, mi era parsa tanto distante da quello che è il mio lavoro di ricerca sul cibo e sulla tradizione piemontese.. In realtà non è così, perché se non mi fossi sempre occupata di tradizione e storia non avrei trovato tutto il materiale necessario, e dunque rieccoci qui, a chiudere il cerchio, con l’aiuto di una recensione che era nata come recensione del libro, ma dopo che la giornalista ha sbirciato il mio blog, ha raddoppiato, ed è diventata una recensione… non tanto del blog, quanto del mio lavoro, ed è questa la cosa che mi fa più piacere… se avete piacere di leggere…  Recensione su Repubblica

recensione Repubblica Pink

Quando stamattina un’amica mi ha detto, perentoriamente: pubblicala sul blog! in realtà ero restia, pubblico così poco, ultimamente, e mi pareva brutto pubblicare solo un post autoincensante e non almeno una ricetta… ma lei insisteva e dunque… che anche ricetta sia! Con la zucca, ovviamente!

Crespelle al farro ripiene di zucca e funghi con fiori e fonduta leggera

Per 8 crespelle:

2 uova, una tazzina di latte, due cucchiai di farina di farro, un cucchiaio di burro fuso, un pizzico di sale

8 fiori di zucca

per il ripieno:

150 g di funghi misti (o solo porcini se preferite)

150 g di zucca

uno spicchio di aglio

una noce di burro

mezzo bicchierino di brandy

un pizzico di timo essiccato

sale q.b.

due o tre cucchiai di fonduta “leggera”

per la fonduta : 200 g di fontina, una noce di burro, 150 g di latte, un tuorlo

per “alleggerirla”  due o tre cucchiai di besciamella morbida.

crepesfiori1ok

Preparate in anticipo la fonduta mettendo a bagno nel latte il formaggio tagliato a dadini per un paio di ore. Mettete poi il tutto in un tegame (ideale il coccio), aggiungete il burro e fate sciogliere a fuoco lento mescolando continuamente. Unite il tuorlo e continuate a cuocere ancora per una decina di minuti.   Aggiungere la besciamella e tenere in caldo.

Preparate le crespelle unendo tutti gli ingredienti e cuocendole in una padella antiaderente  di max 18-20 cm di diametro.

Fate fondere la noce di burro in un tegame, unitevi lo spicchio di aglio e salattevi i funghi puliti e tagliati a piccoli pezzi per dieci minuti, bagnate col brandy e infiammate. Unite la zucca a dadini, e portate a cottura, salate e aggiungete il timo, legando il tutto – gli ultimi due o tre minuti-  con due-tre cucchiai di fonduta e besciamella.

farcite le crespelle e piegatele a triangolo (in 4) inseritele ognuna dentro un fiore di zucca aprendo delicatamente i petali. Disponetele in una pirofila leggemente unta e copritele alla base con la rimanente fonduta.

Servitele ben calde come antipasto o come secondo.

crepesfiori3ok

Annunci

12 thoughts on “Tempo di zucca… e di recensioni! ^^

  1. Un post di cronaca . . . dai, hanno fatto bene a dirti di metterlo sul blog! 🙂
    La ricetta mi fa venire l’acquolina in bocca solo a leggerla . . . me la studio bene e provo a farla per domenica! 😉

    Ciao, Fior

  2. Che bel blog, mi sono permessa di postarti sulla mia pagina fb https ://www.facebook.com/speziando?ref=hl ci sarà il riferimento alle 16 circa. Buona giornata e complimenti

    1. Pubblico questo commento, che era in moderazione così come tutti i commenti di chi non ha mai commentato prima, e così come tutti i commenti che contengono dei link, dopo aver ricevuto su facebook un paio di messaggi quanto meno “arroganti” (tralasciando gli insulti…) da parte di un suo conoscente (edit: ho scoperto che è suo marito, chapeau! ). Che, fra le altre cose, mi accusava di aver cancellato in tutta fretta il suo commento.
      Non lo avevo nemmeno pubblicato, perché era semplicemente l’annuncio di quello che, in base alla legge sul copyright, era considerabile un furto. Ma visto che lo volete pubblicato, eccolo qui.
      Annunciare la pubblicazione di una foto non signifca essere automaticamente autorizzati a farlo.
      Le avevo inoltre prontamente inviato una mail in cui avvisavo che le mie foto sono coperte da diritti, ed è stata ignorata. Mi è stato “gentilmente” fatto notare che sulla foto c’era il mio nome. Sì, e dovreste sapere cosa significa. Vi ho richiesto più volte su Fb di rimuovere a foto, onde evitare la segnalazione a Fb, che avrebbe comportato inevitabilmente la segnalazione della pagina. Il suo “conoscente” (edit: marito) mi ha accusata di non aver colto la vostra gentilezza.. cercando di convincermi che volevate segnalare l’articolo di Repubblica (io ingrata!!, quindi) ma… con le foto delle crespelle…. ?? 😀

      Devo aggiungere altro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...